Comunicazione, partecipazione ed obiettivi

Il successo dell’azienda è spesso legato a doppio filo ad una profonda condivisione degli obiettivi, ovvero dei valori, sui quali s’innesta la mission. Quando questa condivisione è vitale, si concretizza nella partecipazione tangibile a tutti il livelli: dirigenti, quadri, personale di ufficio, staff operativi, unità distaccate ed in outsourcing.
Il “fluido magico” che rende possibile questo virtuoso esercizio quotidiano di team-work risiede in una comunicazione chiara della CSR.

long-pushbar-richiedi-progetto-personalizzato-gratis

Non dimentichiamo questi 3 punti:

  • È necessaria una comunicazione efficace per coinvolgere i dipendenti in politiche di responsabilità sociale d’impresa (CSR).
  • I dipendenti coinvolti nelle iniziative di CSR sono generalmente più partecipi nella cultura e nei valori di un’organizzazione.
  • La comunicazione deve prendere forma, mettendo in evidenza gli obiettivi di CSR attraverso azioni concrete (un piano di volontariato, un programma di formazione interna, un programma di welfare aziendale).

L’80% degli intervistati che prendono parte a iniziative di volontariato sul posto di lavoro, sono pienamente consapevoli delle politiche di investimento messe in atto dal datore di lavoro; questo dato invece scende al 44% quando i dipendenti non fanno volontariato (Business in the Community’s (BITC’s) Community Mark holders research)

Coinvolgere è formare
Scegliere opportuni canali comunicativi, si traduce spesso in una delle potenzialità formative più importanti di un’organizzazione: la tecnologia ci offre opportunità non trascurabili per riunire l’arena aziendale in un unico spazio virtuale, dove poter formare attraverso il coinvolgimento.

Con soluzioni digitali e mobile possiamo ora:

1) Ottenere l’impegno degli staff, comunicando chiaramente in che modo possono essere coinvolti in una politica di CSR e come questa influisca su di essi.

2) Fidelizzare il personale all’organizzazione, e consolidare le strategie di CSR nel brand e nella cultura aziendale, coinvolgendolo sin dalla formazione di una politica, quindi nella sua implementazione e sviluppo.

Kiarna Tarr, consulente senior di comunicazione presso l’agenzia di comunicazione Like Minds, afferma: “Avere una forza lavoro attivamente coinvolta significa che l’azienda può trasferire più incisivamente messaggi sui suoi valori e obiettivi “.

 

Un caso concreto: booking.com
Grazie ad una apposita piattaforma online e ad un sondaggio digitale sul coinvolgimento dei dipendenti, Booking.com ha introdotto il suo programma Booking Cares nel 2014, per incoraggiare lo staff a prendere parte a iniziative sociali finalizzate ad ottenere un impatto sociale positivo.

Booking Cares inizia come una giornata di volontariato per lo staff su progetti incentrati sul miglioramento delle destinazioni turistiche verso le quali l’azienda lavora normalmente, ma ben presto si arricchisce di un programma di crowdfunding per le emergenze sociali.

Luke Sondelski, global compensation and benefits manager presso Booking.com, afferma: I nostri dipendenti guidano la politica di CSR con la loro partecipazione e collaborazione.

Questo esempio dimostra quanto la facilitazione comunicativa dei mezzi digitali, possa essere cruciale nella concretizzazione di politiche di CSR anche in aziende fortemente delocalizzate dal punto di vista strutturale ed organizzativo.


pushbar-csr-cafe-civicamente-maggiori-info

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top